mercoledì 9 aprile 2014

I GAY DICONO DI ESSERE ANDICAPPATI


Continuano a ripeterlo in ogni occasione opportuna e inopportuna: "noi gay siamo handicappati". Il loro handicap deriverebbe dal fatto di dichiarare apertamente "mi piacciono le persone del mio stesso sesso". Perchè questa è l'unica differenza tra un etero e un omosessuale. Sono handicappati eppure sbandierano ovunque la loro normalità: "noi non siamo diversi da voi, siamo il vostro avvocato, il vostro meccanico, il vostro medico..." l'abbiamo imparato a memoria.

Chiedono diritti speciali a motivo del loro handicap, vogliono che la società riconosca il loro handicap, il loro svantaggio rispetto agli altri. Eppure a sentirli parlare, loro sono i migliori in tutto, dalla musica alla moda passando per le relazioni di coppia e la loro infinita bravura nell'allevare figli. Non parliamo poi dell'amore perchè solo loro conoscono il significato vero di questa parola e come si traduce nei fatti.

Ma si dichiarano handicappati e vogliono che la società preveda solo per loro una stampella, un sostegno in più. Ai gay, ovviamente, non è vietato nulla rispetto agli etero: possono fare esattamente le stesse cose, non esiste da nessuna parte la clausola "escluso i gay". Infatti possono tranquillamente accedere al matrimonio, mettere su famiglia e generare figli, come moltissimi fanno, con persone del sesso opposto. Nessun prete o sindaco si sognerebbe mai (se lo facesse contravverrebbe alla legge) di negare il matrimonio a una persona solo perchè dice di essere attratta da persone del suo stesso sesso. Allo stesso tempo è vietato a tutti sposare persone dello stesso sesso, a tutti non solo ai gay. Ma loro sono handicappati e pretendono diritti speciali, vogliono che lo stato gli riconosca in più il diritto di modificare tutta la legislazione sul matrimonio a loro uso e piacere, vogliono poter mettere le mani su quel poco che lo stato destina a supporto della famiglia.
Sono handicappati ma questo non gli basta: vogliono essere più handicappati degli altri. Loro possono insultare, discriminare, bullizzare chiunque. Provate a chiedere come vengono trattate le Sentinelle In Piedi, chi sostiene il diritto del bambino ad avere un padre e una madre, oppure semplicemente chi è obeso, vecchio o vestito fuori moda. Loro sono più handicappati e indifesi e per questo chiedono una super protezione.

Sono handicappati ma pretendono che gli venga riconosciuto il loro handicap senza produrre alcuna certificazione. Tutti gli altri, gli inferiori, devono dimostrare allo stato di avere un handicap perchè gli venga riconosciuta una protezione o un indennizzo, devono presentare dei certificati medici (ad esempio nel caso di handicap fisico). Per loro no. Loro hanno più diritti e vogliono accedervi senza produrre alcuna certificazione del loro handicap.

Ebbene tutto questo sta avvenendo sotto i nostri occhi. Il DDL Scalfarotto serve proprio a dichiarare, per legge, che i gay sono degli handicappati e quindi accedono allo status di intoccabili. E in quanto tali la nostra società verrà ripensata per costruire corsie preferenziali per questi handicappati, dovranno essere abbattute tutte quella barriere mentali, religiose e culturali che impediscono la realizzazione di qualsiasi loro desiderio.

MH

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget