martedì 31 dicembre 2013

LGBTisti del 2014


Attivisti omonazisti,
vi scrivo col cuore gonfio di astio e risentimento per tutto il male che avete fatto e continuate a fare nelle vite degli omosessuali. Avete distrutto la vita di mio padre prima, indottrinandolo con la vostra assurda ideologia, e la mia, poi, negandomi il diritto umano di avere un padre e una madre.
Voi siete degli etero repressi, invidiosi, che pur di sentirvi normali siete disposti a distruggere ciò che è lo specchio del vostro fallimento. Raccontate di gay felici, di coppie gay felici, di FIGLI DI GAY FELICI! E quale bambino direbbe mai di essere infelice con le persone che lo accudiscono!? Forse che un bambino rifiuterebbe di abbracciare il suo genitore pedofilo o mafioso? Forse che non piangerebbe se gli venisse tolto? Voi avete solo bisogno di contraffare la realtà per sentirvi accettati e volete assomigliare il più possibile a ciò che non riuscite ad essere, volete essere UGUALI perché vi sentite DIVERSI!
Siete voi gli omofobi razzisti che arruolate i giovani nei vostri locali pietosi e bestiali, dove li costringete a rapporti sessuali eccitando i loro istinti più bassi. Siete voi che li indottrinate nell'odio, inculcandogli la visione di un mondo cattivo e criminale che vorrebbe eliminarli. Siete voi che istruite i giovani a distruggere i rapporti con le loro famiglie quando non sono perfettamente gayzzate e omoevolute. Siete voi che ammaestrate i giovani alla pornografia, al sesso creativo, al disprezzo dell'amicizia, della coerenza, della fedeltà e di loro stessi.
Siete dei criminali che non hanno davvero niente da perdere, voi, con la vostra eterofobia interiorizzata, la vostra invidia cronica, disprezzate chiunque non abbassa la testa di fronte alle vostre insopportabili fantasticherie. A voi non interessa essere amati per quello che siete, perchè vi conoscete bene e sapete che nessuno amerebbe delle persone tanto odiose. Per questo dovete inventare un artificio e obbligare le persone, PER LEGGE, a considerarvi e amarvi! Solo persone squallide come voi possono accontentarsi di essere accettate PER LEGGE, ben sapendo che dietro a quell'accettazione obbligata non c'è nessuna sincerità. Ma voi vivete di menzogna e siete abituati alla falsità e questo è il mondo che vi state costruendo intorno: un mondo che vi sopporta!
Sono gay, mio padre è gay e il mondo in cui sono cresciuto è gay. Con quale criterio le persone dovrebbero accettarci se siamo incapaci di rispetto per noi stessi? Dov'è quell'amore, quella comprensione, quell'accettazione, quella tolleranza che chiediamo agli altri? Dove? Non siamo capaci neanche di una parola di conforto perché siamo troppo impegnati a distruggere quel ragazzo perché è troppo checca o quella lesbica camionista che vi fa tanto schifo. E cosa dire di chi è troppo grasso, o troppo vecchio, o troppo vestito male? A quando risale l'ultimo nostro pensiero di bene??? Come? non è così? Non sapete che gente frequento io vero? Non sono questi i gay che conoscete voi, vero? che invece sono tutte persone fantastiche anzi, ancora meglio, normali, come tutte, e quindi con i loro limiti. Ne sono convinto: voi non potete che vedere il mondo alla rovescia! Per voi è il mondo che deve entrare nel vostro cervello e non il vostro cervello adeguarsi al mondo e alla realtà. E se la realtà non collima con la vostra menzogna non vi resta che distruggerla, di toglierla di mezzo, di dire che le persone come me sono pazze o inventate. Che novità!
Ma purtroppo per voi la realtà ve la sbatte in faccia la vita, ogni giorno, e non vi basterà forzare le persone ai vostri capricci; continuerete a non sentirvi amati, perchè di fronte avrete sempre persone che vi sorridono PER LEGGE!
Avrei voluto farvi gli auguri per un 2014 di riscatto, di crescita. Sarebbe fantastico poterci risvegliare da un brutto incubo e ritrovarci in un mondo nuovo, rappacificato, un mondo dove poterci far conoscere per le nostre qualità come persone e vedere che siamo amati anche per le nostre schifezze... normali... come tutti gli altri. Avrei voluto farvi gli auguri per un 2014 di verità dove poter scoprire, meravigliati, che le persone non sono come le descrivete voi. Gli omosessuali hanno le loro famiglie che li accudiscono e gli amici che li sostengono, tutte persone spinte da un amore sincero, e loro stessi sono di aiuto tante volte per le loro famiglie e i loro amici.
Quando qualcuno fa del male a qualcun'altro perché è uomo o donna, perchè è omosessuale o obeso o scemo o nero o fascista, ha sempre qualcosa che non va, e se lo fa, va educato e in caso punito. Ma voi volete educare e punire tutte quelle persone, famiglie e amici, che ogni giorno vivono con gli omosessuali i quali si sentono amati e protetti.
Avrei voluto augurarci un anno di tregua, di riflessione sincera, ma so che non ne avete le capacità e forse non è neanche colpa vostra. E se la guerra deve continuare, io ci sarò, e combatterò contro di voi, con ogni mezzo, per respingere e vincere il vostro delirio. Ma state attenti, perchè tanti omosessuali si stanno risvegliando dal torpore in cui li avete condannati. L'america del LoveIsLove vi sta crollando addosso!
Lo sappiamo, le cose si possono leggere in molti modi, e dove voi avete letto violenza, patetico pregiudizio, antiscientifico stereotipo, luogo comune o cliché, io ho voluto invece scrivere responsabilità e amore, per noi e per le prossime generazioni. Un papà o una mamma non sono superflui per i vostri figli, indipendentemente da quello che vi dicono o da quello che credete di leggere nei loro occhi, quando vi guardano. Ve ne accorgerete!
Buon 2014! Di guerra? Di pace?
Siete solo voi a deciderlo
Manuel

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget