lunedì 2 giugno 2014

SIAMO TUTTI SENTINELLE IN PIEDI




In quanto rappresentante della categoria provo una profonda vergogna, infamia di essere omosessuale. Con quello che è successo ieri a Lecce lo squallore degli lgbtisti non si smentisce. E' il loro modo di essere, radicato, innato. Da nord a sud attaccano le Sentinelle In Piedi, insultando, bestemmiando, sputando in faccia, come cagne rognose.

Non riesco a trovare le parole adeguate perchè violenza e sopruso non bastano più. Lo confesso, sono irato, incazzato nero, ma per il disonore che queste persone fanno guadagnare alla razza umana. Loro sono esattamente così, come li vedete, gente irrisolta che galleggia sulla propria invidia, per non dire altro.


Il tempo in cui cercavo di comprendere le loro reazioni ad una vita inutile e vuota è passato, peggio per loro! Oggi esiste davvero un'emergenza, perchè la gente inizia ad intimorirsi, ad avere paura e comincio a credere che dietro tutto ciò ci sia il male. Non posso parlare di diavoli (non ho fede, non credo in Dio) come Papa Francesco,  che proprio ieri, per coincidenza nelle stesse ore, ha detto che dietro tutto questo odio per la famiglia c'è il demonio.



Non so se esiste Dio, ma se esiste il diavolo queste sono certamente opere sue. Perchè un uomo non sarebbe capace di tanta malvagità, distruzione e menzogna. C'è bisogno di qualcosa di più infimo e abbietto, qualcosa di soprannaturale per mettere in scena una rappresentazione della realtà tanto bugiarda e falsa.


E' evidente a tutti che sono dei violenti, incapaci di confronto, instabili, rabbiosi, distaccati dalla realtà, invidiosi, senza valori e senza rispetto per nessuno, in piazza come sul web, dove sfoggiano la loro pochezza. E dietro di loro, a supportarli, ci sono tutti quelli che cercano ancora il confronto civile, i timidi, quelli che pensano solo al loro orticello, che non prendono una posizione chiara... perchè hanno l'amico gay che si offende se gli dai del finocchio, poverino, e si sente discriminato se non può bestemmiarti nelle orecchie.



Le forze dell'ordine, mute, immobili, agli ordini. Perchè il DDL Scalfarotto non è ancora legge, altrimenti, ad essere arrestate e caricate sulle camionette, sarebbero state le Sentinelle In Piedi di Lecce, per istigazione all'omofobia.


Questa legge non deve passare! Difende i violenti, i prepotenti, i maneschi e i facinorosi, i feroci e i brutali, e mortifica la libertà. E' una legge brutta, che consacra l'orgoglio gay ad esempio e modello da seguire e perseguire. E' una legge che ci rende tutti più brutti, più vuoti, più invidiosi. Ci rende come loro.


"Il diavolo vive di questi due mali: l'orgoglio e l'invidia". S. Agostino





.
Si è verificato un errore nel gadget